Durata:

IL PERCORSO OTA ACADEMY DURA 3 ANNI

Costo:

IL COSTO ANNUALE DEL PERCORSO E’ DI € 3.000 + IVA

Al termine del triennio viene rilasciata:

QUALIFICA DI ANALISTA TRANSAZIONALE ORGANIZZATIVO

Questo percorso è propedeutico all’esame di:

CERTIFIED TRANSACTIONAL ANALYST (CTA EATA/ITAA)

PRIMO ANNO

  • 8 incontri di 2 giorni consecutivi (nei week end)
  • Verifica e valutazione alla fine dell’anno

SECONDO E TERZO ANNO

  • 7 incontri di 2 giorni consecutivi (nei week end)
  • Verifica e valutazione alla fine dell’anno
  • Convegno Analitico Transazionale SIMPAT (Società Italiana di Metodologie Terapeutiche ed Analisi Transazionale)

PRIMO ANNO

Analisi Transazionale di base e connessioni con altri approcci teorici con l’obiettivo di leggere ed interpretare gli atteggiamenti propri e dei propri interlocutori, individuare tecniche relazionali efficaci e di saper impostare relazioni interpersonali improntate ad una maggiore costruttività.

SECONDO ANNO

Analisi Transazionale Organizzativa e connessioni con altri approcci teorici e consulenziali, con l’obiettivo di leggere ed interpretare le dinamiche relazionali all’interno dei team, di migliorare la propria efficacia, di ottenere risultati con gli altri e di imparare a governare e convivere lo stress.

TERZO ANNO

Pratica e supervisioni professionali per allenarsi a leggere e gestire situazioni organizzative complesse con il supporto di un facilitatore esperto.
Alla fine del percorso formativo si otterrà la qualifica di Analista Transazionale Organizzativo

PRIMO ANNO

“La filosofia AT”

I principali paradigmi della teoria Analitico Transazionale e gli assunti di base su cui la teoria è stata costruita. Come viene applicata l’AT al campo organizzativo. Qual è l’etica che si deduce della teoria stessa. (La storia di Eric Berne, l’Okness, i campi di intervento, il codice etico dell’EATA)

Docente: Daniela Cannavale

“Come funziona la nostra mente?”

Come funziona un individuo sul piano psicologico. Quale è l’origine delle sue emozioni, pensieri e comportamenti.
Come collegare il funzionamento individuale alla vita delle organizzazioni. (Stati dell’Io, analisi strutturale ed analisi funzionale, diagnosi di Stato dell’Io, patologia strutturale degli stati dell’Io, Egogramma)

Docente: Daniela Cannavale

“Come comunichiamo?”

Cosa succede quando due persone comunicano tra loro? Esistono degli accorgimenti perché questa comunicazione sia chiara e soddisfacente per entrambi? Come si può intervenire in presenza di difficoltà della comunicazione? (Transazioni, regole della comunicazione, le opzioni di Karpman)

Docente: Marina Farina

“Riconoscere se stessi e gli altri”

Perché i feedback esterni sono così importanti? Di quali tipi di riconoscimenti abbiamo bisogno e quali vogliamo evitare?
Le modalità di influenza del nostro atteggiamento profondo nella relazione con gli altri. (Tipi di riconoscimento, l’economia delle carezze di Steiner, il profilo delle carezze di McKenna, posizioni esistenziali)

Docente: Marina Farina

“Il contratto”

Come stipulare accordi “sani” ed efficaci con il nostro prossimo. Quali strumenti consentono di ottimizzare la relazione tra due esseri umani. (Il contratto come strumento AT e come atteggiamento, tecnica del contratto e requisiti, i livelli di contratto, contratti a tre mani, multipli e contesto contrattuale, distanze psicologiche)

Docente: Daniela Cannavale

“Perché mi succede sempre questo?”

La nostra storia a volte si ripete? Abbiamo delle tendenze costanti nell’affrontare la vita e la relazione con gli altri? Con quali strumenti possiamo capire, seguire lo sviluppo e la crescita di un essere umano? (Definizione di copione, messaggi di copione, decisioni di copione, tipi di copione, matrice di copione)

Docente: Paolo Maggio

“Copioni organizzativi e culture organizzative”

Come evolve un gruppo di persone con scopi predefiniti? Cosa succede se si manifestano delle disfunzioni? Come possiamo intervenire su queste ultime? (Il copione nelle organizzazioni secondo Rosa Krausz, il concetto di etichetta di Fox, le culture organizzative di Sari van Poelje, la diagnosi rapida delle disfunzioni di un’organizzazione di Gilles Pellerin)

Docenti: Giulia Bussi

“Ruolo e dinamiche organizzative”

Cosa succede agli individui che fanno parte di un team con ruoli organizzativi diversi?
(Il concetto di ruolo di Schmid, ruolo e persona, principi etici per l’esercizio del ruolo, conflittualità nelle organizzazioni)

Docenti: Claudio Funes (primo giorno) – Daniela Cannavale (secondo giorno)

Verifica con esame del primo anno

SECONDO ANNO

“A che gioco giochiamo?”

Come possiamo leggere gli scambi comunicativi tra le persone? Le cause delle dinamiche inefficaci tra due o più individui. La dinamica del conflitto e modalità per gestirlo. (Le fami primordiali di Berne, la strutturazione del tempo, il concetto di Autonomia, la teoria dei giochi, il triangolo drammatico di Karpman, la visione relazionale dei giochi di Sills e Hargaden, i giochi nelle organizzazioni)

Docente: Daniela Cannavale

“Dipendenti o indipendenti?”

Alcune relazioni interpersonali sembrano negative ma durano a volte per molti anni: come mai? Quali sono le cause di situazioni interpersonali patologiche e come intervenire per modificarle? (Svalutazioni e simbiosi, comportamenti passivi, la ridefinizione, la matrice di svalutazione degli Schiff)

Docente: Marina Farina

Partecipazione al Convegno SIMPAT

“Self Efficacy”

L’atteggiamento adottato per affrontare una certa attività influenza le probabilità di successo. Le nostre convinzioni sulle persone e su di noi possono diventare una profezia che si auto avvera. (Bandura e la Self Efficacy, fonti dell’auto efficacia, le convinzioni limitanti e come superarle)

Docente: Pierpaolo Peretti Griva

“Come gestiamo le nostre emozioni?”

Il sistema ricatto è un Sistema distorto di emozioni, pensieri e comportamenti che si autorinforza ed è mantenuto in atto da persone che stanno portando avanti il loro copione. (Erskine & Zalcman). La consapevolezza su una qualsiasi parte del sistema, costituisce l’inizio della sua modifica. Imparare ad essere in contatto con la realtà attraverso emozioni  autentiche permette non solo di orientarsi verso una modifica del copione, ma anche di potenziare il proprio problem solving immediato. (Le componenti del sistema ricatto,  emozioni autentiche e parassite, il sistema dell’Autonomia)

Docente: Daniela Cannavale

“I gruppi organizzativi”

Cosa è un gruppo e come funziona? Stadi di vita ed evolutivi del gruppo. Le esigenze personali nel gruppo ed il loro effetto sul suo funzionamento. La leadership nel gruppo. (Il gruppo secondo Berne, il gruppo e gli Stati dell’Io, gli Stati dell’Io del gruppo di P. Clarkson)

Docenti: Enzo Papalia (primo giorno) – Marina Farina (secondo giorno)

“Mindfulness e benessere organizzativo”

La meditazione e alcune semplici pratiche yoga possono migliorare l’efficienza della nostra mente ed il nostro equilibrio. Esercizi concreti di meditazione. I vantaggi della mindfulness utilizzata nelle organizzazioni. (Jon Kabat-Zinn e le sue ricerche mediche, la consapevolezza come base per il nostro equilibrio, i livelli di energia, i pensieri “killer” e come depotenziarli)

Docente: Marco Poggi

“Che tipo sei?”

Gli adattamenti di personalità secondo l’Analisi Transazionale e la loro importanza nel colloquio con l’altro. La sintonia emotiva e cognitiva con la persona, a partire dalle caratteristiche della sua personalità. La conoscenza delle possibili aree di contatto: sentimento-pensiero-comportamento. (Adattamenti di personalità secondo l’Analisi Transazionale e le porte di Ware)

Docente: Paolo Maggio

Verifica con esame del secondo anno

TERZO ANNO

“Le tecniche berniane”

Per imparare a fare interventi organizzativi efficaci (le 8 operazioni di Berne ed analisi di casi pratici).

Docente: Daniela Cannavale

“Neuroni specchio e processi paralleli”

Per essere consapevoli dell’effetto dei tuoi interventi nella tua realtà organizzativa (neuroscienze applicate alla teoria AT nelle organizzazioni).

Docenti: Paolo Maggio (primo giorno) – Daniela Cannavale (secondo giorno)

Partecipazione al Convegno SIMPAT

“Coaching e Counseling in AT”

Definizioni, differenze e campi di applicazione.

Docente: Marina Farina

Career swot analysis

Fare il punto della situazione per capire il proprio valore professionale nel mercato del lavoro e decidere eventuali aggiustamenti. Integrando sogni, desideri e piano di realtà.

Docente: Gian Piero Scilio (primo giorno) – Paolo Maggio (secondo giorno)

“Supervisione in gruppo”

Casi pratici.

Docente: Daniela Cannavale

“Supervisione in gruppo”

Casi pratici.

Docente: Daniela Cannavale

“Supervisione in gruppo”

Casi pratici.

Docente: Daniela Cannavale

Verifica con esame del terzo anno

COSTO
Il costo annuale del percorso è di € 3.000 (Iva esclusa) a cui andrà aggiunto il costo di partecipazione al Convegno Annuale SIMPAT (Società Italiana di Metodologie Terapeutiche ed Analisi Transazionale).
L’importo annuale potrà essere pagato in una unica rata o in 3 rate da 1.000,00 (il primo versamento dovrà essere effettuato prima dell’inizio del percorso e i restanti due durante l’anno)

PARTECIPAZIONE
Ogni partecipante deve avere almeno l’80% di presenze per ritenere l’anno valido.

BORSA DI STUDIO
Per ogni edizione del percorso triennale, la direzione di OTA ACADEMY si riserva la possibilità di destinare una borsa di studio a favore di persone che non godono del sostegno economico necessario a sostenere l’intero cammino formativo e  che intendono dedicarsi professionalmente all’Analisi Transazionale Organizzativa. La borsa di studio copre il 50% del costo di iscrizione.
Le domande dovranno pervenire almeno tre mesi prima dell’inizio del percorso alla segreteria di OTA ACADEMY, corredate da un curriculum dettagliato.
Nella quote di iscrizione non sono comprese le eventuali spese di trasferta necessarie per raggiungere la sede di svolgimento dei vari moduli.

Vuoi saperne di più?

Iscriviti alla mailing list per restare sempre aggiornato sulle attività di OTA Academy.